Crociera MSC ai tempi del Covid-19: tutto quello che devi sapere

crociera msc coronavirus sicurezza

MSC Crociere è ripartita in sicurezza per permettere ai viaggiatori di vivere un’esperienza di ritorno a quella “normalità” che il Covid-19 ci ha fin da troppo tempo negato. Tutto nel pieno rispetto della legge, del dpcm e grazie a un protocollo di sicurezza di altissimo livello.

Noi dal 22 febbraio al 1° marzo 2021 siamo stati a bordo di MSC Grandiosa raccontandola live su Instagram Stories (qui trovi la prima parte del racconto e qui la seconda) e sono pronto a raccontarti anche qui la nostra esperienza e a rispondere a ogni tua domanda a riguardo. Ti anticipo che ci siamo sentiti molto più sicuri a bordo che a casa nostra.

CROCIERA MSC AI TEMPI DEL COVID-19: LA NOSTRA ESPERIENZA DI VIAGGIO

Purtroppo a volte la mancanza di adeguate informazioni ci rende dubbiosi su alcuni comportamenti, soprattutto in questo periodo di paura causata dalla terribile pandemia che si è abbattuta sul mondo intero. Alcuni ci hanno chiesto “perché io non posso andare a trovare i miei genitori che si trovano in un’altra regione mentre voi in crociera passate da una regione all’altra senza problemi?”.

Lo so, c’è tanta confusione in merito, colori delle zone d’Italia che cambiano in continuazione e dpcm che si susseguono non facilitano di certo le cose, ma con questo post cercherò di fare un po’ di chiarezza sulla crociera MSC ripartita in sicurezza, prendendo spunto dalle tante domande che ci sono state poste durante la nostra settimana di navigazione.

Si può andare in crociera MSC?
[ torna al menu ]

Iniziamo dalla domanda che ci è stata posta più volte: “si può andare in crociera con MSC?”.

Assolutamente sì, si può ed è tutto legale perché previsto dall’art.10 e dall’allegato 17 del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (dpcm) del 14 gennaio 2021.

È stato previsto successivamente anche dall’art.53 del dpcm del 2 marzo 2021.

Bianchi, gialli, arancioni e rossi. Chi può andare in crociera MSC?
[ torna al menu ]

Chi è residente in una regione o zona bianca, gialla, arancione o rossa può tranquillamente raggiungere il porto d’imbarco adducendo la crociera come motivazione nell’autocertificazione, allegando però il biglietto e mostrandolo all’occorrenza.

Non può imbarcarsi:

  • chi manifesta sintomi della malattia da nuovo coronavirus
  • chi è stato potenzialmente esposto a un caso sospetto o confermato di posività al Covid-19 nei 14 giorni che precedono la partenza.

Per imbarcarsi bisogna fare il tampone?
[ torna al menu ]

Sì. Chi è residente in Italia deve effettuare un test con tampone RT-PCR o tampone antigenico entro 96 ore prima della partenza della nave.

Il tampone viene effettuato anche prima dell’imbarco, nel porto stesso, a carico di MSC Crociere all’esito del quale, se negativo, si sale a bordo.

Il tampone viene ripetuto dopo quattro giorni dalla partenza.

Il risultato viene comunicato da MSC dopo una mezz’ora/un’ora dal tampone alla partenza, in serata per il secondo che viene effettuato di pomeriggio.

Come avviene l’imbarco?
[ torna al menu ]

Al fine di evitare assembramenti all’imbarco, a ciascun passeggero viene assegnato un orario in cui presentarsi al porto di partenza.

Viene misurata la temperatura corporea, viene fatto compilare un questionario sanitario ed eseguito il tampone.

Una volta accertata la negatività al Covid-19 si può accedere alla nave, ma prima di salire a bordo vengono igienizzate borse  e bagagli a mano. L’igienizzazione viene effettuata anche per tutti i bagagli da stiva.

Cosa importantissima da sapere: per motivi di sicurezza sanitaria, evitare affollamenti e garantire il giusto distanziamento sociale, la nave viaggia con un numero sensibilmente ridotto di passeggeri.

Com’è la vita a bordo?
[ torna al menu ]

Semplicemente favolosa, proprio come prima della pandemia rispettando però il distanziamento sociale, indossando la mascherina quando non si è al tavolo del ristorante o nei bar, e igienizzando continuamente le mani prima di toccare qualsiasi oggetto, anche prima di pigiare il pulsante dell’ascensore.

Si può andare a teatro, cenare al ristorante anche di sera, ballare in discoteca, assistere a concerti, fare il bagno in piscina o rilassarsi nell’idromassaggio, andare alla spa, giocare al casino o al bowling. Tutte cose che fino a marzo 2020 ci sembravano normali e scontate ma che invece ora sono solo un lontano ricordo di una vita fa. E senza coprifuoco.

A noi è sembrato di vivere un sogno.

Per evitare le code alla reception o al banco escursioni è possibile prenotare prima della partenza sia i pacchetti prepagati che le gite.

Inoltre sono presenti in ogni area le indicazioni per il verso da tenere in modo da non trovarsi faccia a faccia con quelli che arrivano dal verso opposto.

msc aurea grandiosa ingresso

Si possono fare le escursioni? Come funzionano?
[ torna al menu ]

Nelle zone bianche e gialle si possono fare escursioni protette. Per garantire la sicurezza dei crocieristi e del personale di bordo si può scendere a terra solo con escursioni MSC, non con quelle fai da te.

Il nostro itinerario iniziale prevedeva la partenza e il ritorno a Civitavecchia con tappe a Napoli, a Palermo, a Valletta (Malta) e a Genova. La Campania e la Liguria erano arancioni. A Napoli non siamo potuti scendere ed è stata pertanto aggiunta la tappa di Messina, mentre a Genova erano ugualmente previste escursioni protette alla scoperta della città.

Ma cosa sono le escursioni protette? Si tratta di gite per piccoli gruppi di croceristi in cui anche le guide turistiche e gli autisti dei pullman sono sottoposti a tampone prima della partenza. All’interno del pullman è garantito il distanziamento sociale, sono ben indicati i posti in cui è possibile sedersi e ci sono dispenser di gel igienizzante per le mani. Ci si muove solo con il gruppetto, si  viene dotati di audioguide sanificate ed è vietato allontanarsi onde evitare di “rompere” la bolla sociale creata grazie al rigido protocollo di sicurezza MSC Crociere.

Come funziona il buffet?
[ torna al menu ]

Il buffet di MSC Crociere è sempre ben fornito di ottimo cibo ma, per garantire la sicurezza dei suoi ospiti, ha ora un funzionamento leggermente diverso.

Prima di entrare ci si devono lavare le mani negli appositi lavandini posti all’ingresso. Si mostra poi la cruise card al personale di bordo che la scansiona e poi misura la temperatura corporea del passeggero tramite un termometro laser. Ci si igienizzano le mani con il gel e un addetto alla ristorazione consegna al crocerista il vassoio con le posate avvolte in un tovagliolo.

Non ci si serve più da soli come di consueto. I cibi sono protetti da una lastra di plexiglass. Si sceglie ciò che si vuole e si viene serviti direttamente dall’equipaggio. In questa maniera si evita agli ospiti di toccare con mano vassoi, posate e cibi. Ovviamente si può tornare più e più volte, si mangia illimitatamente come sempre.

Anche l’acqua dei dispenser viene servita direttamente da un membro dell’equipaggio, evitando così ai crocieristi di toccare il pulsante.

I tavolini sono ben distanziati ed è ben indicato quali sono quelli in cui ci si può sedere. Tra un cambio e l’altro vengono accuratamente igienizzati tavoli e sedie.

distanziamento msc grandiosa

Menù digitali tramite QR Code
[ torna al menu ]

Nei bar e nei ristoranti di MSC sono scomparsi i menù cartacei sostituiti da quelli digitali raggiungibili dal proprio smartphone tramite QR Code. Si inquadra il codice con la fotocamera del proprio dispositivo elettronico e si accede immediatamente al menù evitando qualsiasi contatto.

Si può andare a teatro?
[ torna al menu ]

Certamente, ma bisogna prenotare tramite gli appositi display presenti in nave scegliendo l’orario preferito. Su MSC Grandiosa c’è uno spettacolo alle 20:15 e uno alle 22. Anche nel teatro sono ben indicati i posti in cui è possibile sedersi rispettando il distanziamento sociale. Al termine dell’esibizione si esce per file, evitando assembramenti, e quando sono tutti usciti entra una squadra che sanifica qualsiasi cosa presente all’interno del teatro.

Gli spettacoli a bordo di MSC Grandiosa sono bellissimi e di altissima qualità. Tornare a teatro dopo un anno è stato particolarmente emozionante, a me sono venuti gli occhi lucidi.

Ma non solo spettacoli teatrali, anche concerti, sale da ballo e discoteche, sempre nel pieno rispetto del distanziamento sociale e delle protezioni delle vie aeree.

La palestra è aperta? E le piscine?
[ torna al menu ]

palestra msc grandiosa

Certamente. A bordo di MSC Grandiosa è possibile fare tanto sport sia nella palestra attrezzata posta al 16° piano, che prendere parte alle lezioni che si svolgono sul ponte esterno in cui si trova la piscina. Tutti gli attrezzi vengono sanificati dopo ogni utilizzo.

Le piscine, l’acquapark e le vasche idromassaggio sono in funzione ma con presenze limitate per garantire il giusto distanziamento. Anche i lettini sono suddivisi in gruppetti e sanificati dopo ciascun utilizzo, con sanificazione approfondita durante la notte.

Il mini club per i bambini è aperto?
[ torna al menu ]

Sì, ed è molto sicuro. Prima di accedervi viene misurata la temperatura corporea, vengono fatti lasciare fuori passeggini e borse, e igienizzate le suole delle scarpe. Ciascuna sala (sono suddivise per fasce d’età) ha una capienza limitata per garantire il giusto distanziamento. Ogni volta che esce un bambino i giochi vengono accuratamente igienizzati.

Il protocollo di sicurezza MSC Crociere: la cosiddetta zona blu d’Italia
[ torna al menu ]

Un’altra domanda che ci è stata fatta frequentemente durante la nostra crociera MSC è stata: “ma com’è possibile che a MSC Crociere sia stata data la possibilità di ripartire con tutte le attività di bordo?”.

La ripartenza è avvenuta con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri grazie al protocollo di sicurezza e salute studiato e messo a punto dal  dipartimento medico di MSC Crociere in collaborazione con vari esperti di salute, tra cui l’Aspen Medical, medici, virologi, epidemiologi e professori universitari di fama internazionale. Un “Blue-Ribbon COVID Expert Group” che ha sviluppato e rivisto le misure di salute e sicurezza MSC nel contesto dell’emergenza COVID-19, adeguandole in maniera efficace all’emergenza del periodo.

In questa infografica trovi le principali misure di salute e sicurezza adottate.

msc crociere sicurezza coronavirus

Il braccialetto MSC fo Me per il tracciamento dei contatti
[ torna al menu ]

braccialetto msc for me

Al momento dell’imbarco viene consegnato a ciascun passeggero un carinissimo braccialetto bianco a forma di orologio che ha diverse funzionalità. La funzione principale è quella di tracciare i contatti a bordo e segnalare eventuali casi di esposizione prolungata a una persona positiva al Covid-19. Serve anche per aprire le porte delle cabine senza toccare le cruise card, per fare pagamenti e per prenotare le attività tramite i display disposti in più punti della nave.

Quando invece è necessario utilizzare la cruise card, a noi è successo per acquistare le foto scattateci a bordo, questa viene prontamente igienizzata dall’equipaggio.

Com’è stata la nostra esperienza in crociera MSC ai tempi del coronavirus?
[ torna al menu ]

Semplicemente fantastica!

Per 12 lunghi mesi ci siamo ripetuti spesso la frase “torneremo a viaggiare“, e all’avvicinarsi della partenza l’incredulità mista all’euforia ha creato in noi un fortissimo mix di emozioni. La sera prima dell’imbarco ci sentivamo come bambini in attesa dell’arrivo di Babbo Natale, e quando a Civitavecchia c’è stato comunicato l’esito negativo del tampone siamo scoppiati in un urlo liberatorio.

L’ingresso a bordo di MSC Grandiosa è stato come entrare in un’altra dimensione. Un passaggio spazio-temporale in cui assaporare una nuova vita seppur con tutte le misure di sicurezza del caso.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da ANDREA PETRONI Travel Blogger (@vologratis)

Abbiamo percepito fin da subito l’elevato standard di sicurezza e ci siamo sentiti protetti. La gioia di cenare al ristorante, di assistere a spettacoli teatrali e a concerti, di ballare e intrattenersi fuori oltre le 22, e vivere a che solo per una settimana quella normalità che il Covid-19 ci ha negato è stata un’emozione continua e fortissima.

A bordo abbiamo conosciuto diverse persone che avendone la possibilità hanno deciso di prolungare la loro crociera di più settimane, proprio perché la sicurezza in nave non è paragonabile a quella che si vive nella nostra quotidianità.  Una coppia di Roma lì da 4 settimane ci ha detto testuali parole “Perché tornare a casa e rinchiuderci tra le quattro mura senza vedere nessuno e senza uscire per la paura di contrarre il virus, mentre qui facciamo vita sociale in sicurezza? Abbiamo la possibilità di restare a bordo e ci godiamo il più possibile questa ritrovata normalità, seppur con distanziamento e mascherina. Tornare a casa ci fa paura”. Come dargli torto?

A te che mi stai leggendo dico come se fossi un tuo amico: se puoi vai, vivi quest’esperienza incredibile scrollandoti di dosso ogni pregiudizio sulle crociere. Anche io e Valentina prima di provare l’esperienza crocieristica eravamo molto dubbiosi ma, dopo averne provata una, siamo finiti per innamorarcene a tal punto che ora siamo arrivati alla sesta e speriamo di farne presto tante altre. È un’esperienza che per essere giudicata deve essere provata.

Della nave te ne parlerò in un prossimo articolo, nel frattempo puoi guardare i nostro video su TikTok.

@vologratisEcco come funzionano ora le ##crociere 🛳 ##crociera ##imparacontiktok ##curiosità ##viaggi ##viaggiare ##tiktokviaggi ##msccrociere ##crocieramsc♬ Monkeys Spinning Monkeys – Kevin MacLeod

@vologratisHai già fatto una ##crociera ? ##crociere ##msccrociere ##mscgrandiosa ##nave ##imparacontiktok ##curiosità ##viaggi ##crocieramsc ##viaggio♬ pastel skies – Rook1e

LEGGI ANCHE: 12 buoni motivi per andare in crociera e MSC Crociere: tutto quello che devi sapere sulla crociera (scritto prima della pandemia con tante informazioni pratiche) e seguici su Instagram, TikTok e Facebook.

Un bel giorno di novembre apre per gioco il blog VoloGratis.org e si ritrova ad essere uno dei travel bloggers più seguiti e più influenti in Italia. Ama coccolare il suo bassethound Gastone, giocare con suo figlio Nicholas, cantare sia dentro che fuori alla doccia, suonare la chitarra e viaggiare per il mondo insieme alla sua famiglia. Odia fare la valigia e gli hotel con i bagni in comune. Per anni ha portato avanti la battaglia “più viaggi per tutti” non solo su VoloGratis.org ma anche su m2oradio, su Radio Capital e sulle pagine de L'Huffington Post. Ogni tanto lo trovi in radio, in tv e su giornali. Il 18 maggio 2017 è uscito il suo primo libro "Professione Travel Blogger" disponibile in tutte le principali librerie italiane, anche online. La seconda edizione è uscita a giugno 2019. Il 23 luglio 2020 è uscito il libro da lui curato dal titolo "In viaggio tra i borghi d'Italia". A fine giugno 2021 uscirà il suo nuovo libro tutto dedicato ai luoghi più insoliti, segreti e curiosi di Roma.