Open Jaw e multitratta: metodi per risparmiare sul prezzo del viaggio

open jaw voli multitratta

Tra i vari modi per viaggiare low cost e contenere le spese ce n’è uno conosciuto da pochi e chiamato open jaw, assolutamente da non confondere con i voli multitratta.

In questa guida ti parlerò dei loro punti di forza, di come utilizzarli a nostro vantaggio e di come prenotarli.

OPEN JAW: COS’È, COME FUNZIONA E COME SI PRENOTA

Se provi a tradurre open jaw con Google Traduttore esce fuori letteralmente “mascella aperta”, e consiste nel prenotare due itinerari di volo diversi: uno per l’andata e uno per il ritorno. All’andata si atterra in una città e al ritorno si riparte da un’altra, seguendo uno schema a triangolo.

Le città di arrivo e di partenza devono però trovarsi nella stessa area geografica e devono essere da te facilmente raggiungibili con altri mezzi. È il caso di un viaggio on the road, ed è proprio nei viaggi itineranti che l’open jaw permette di risparmiare non solo sul prezzo del volo ma anche sulle spese di viaggio.

Questo genere di voli è quindi quasi sempre l’opzione migliore per i viaggi on the road per gli Stati Uniti. Molti, in fase di organizzazione del loro viaggio prendono in considerazione un volo andata e ritorno sulla stessa città, dovendo poi prendere un volo interno per ritornare all’aeroporto in cui si è atterrati e in cui si ripartirà, con un aggravio di costi e uno spreco di tempo.

Ti faccio subito un esempio. Per andare a visitare la California puoi fare un volo Roma – Los Angeles all’andata e al ritorno un volo San Diego – Roma, cercandolo come fosse un volo a/r. Cercando separatamente prima il Roma – Los Angeles e poi il San Diego – Roma otterrai sicuramente un prezzo complessivo nettamente superiore rispetto all’open jaw, e può capitare anche che il volo di andata e ritorno sugli stessi aeroporti (Roma – Los Angeles a/r) costi di più rispetto a voli open jaw da città diverse, a cui va aggiunto il costo da sostenere per ritornare a L.A.

Attenzione: questa pratica non consiste nel cercare voli di sola andata che in genere costano molto di più rispetto ai voli andata e ritorno, ma una sorta di itinerario multiplo operato dalla stessa compagnia come fosse un regolare volo a/r.

Si può prenotare un volo open jaw includendo anche uno stopover (scalo intermedio senza costi aggiuntivi permesso da molte compagnie aeree) di almeno 24 ore in un’altra città, ma solo con le compagnie aeree che lo prevedono. Roma – Londra (stopover), Londra – Los Angeles all’andata, e San Diego – Roma al ritorno.

Esistono tre tipi di open jaw:

  • destination open jaw: quando l’itineraio di viaggio inizia e finisce nella stessa città, come ad esempio Roma – Los Angeles e San Diego – Roma
  • origin open jaw: quando il viaggio inizia in una città ma finisce in un’altra come ad esempio Roma – Los Angeles e Los Angeles – Milano
  • double open jaw: quando non coincide nessuna città e si segue un altro itinerario come Roma – San Diego all’andata e Los Angeles – Milano al ritorno

Se prenotati in un’unica soluzione con la stessa compagnia aerea può capitare di imbattersi in prezzi molto interessanti.

Vediamo ora insieme come prenotarli su Skyscanner.

Bisogna innanzitutto flaggare “Destinazioni multiple” invece di “andata e ritorno”, inserire le città di partenza e di arrivo sia per l’andata che per il ritorno, le date del viaggio e il numero dei viaggiatori.

open jaw (2)

Cliccando su “Cerca voli” si metterà in moto il motore di ricerca che dopo qualche secondo mostrerà i risultati.

open jaw 3

Procedimento simile con qualsiasi altro motore di ricerca come Google Flights (scegliendo però “più città”), o sui siti delle principali compagnie aeree come Alitalia.

Io ti consiglio comunque di provare anche a fare una simulazione d’acquisto sui motori di ricerca voli buttando un occhio a combinazioni con compagnie aeree differenti e non il classico open jaw. Come sappiamo bene nel mondo delle tariffe aeree nulla è mai certo!

Quindi ricapitolando:

  1. in un viaggio on the road prenota possibilmente un volo che atterra in una città e che riparte da un’altra
  2. cerca prima l’open jaw operato dalla stessa compagnia
  3. valuta il prezzo di due tratte distinte operate da differenti compagnie aeree.

Voli Multitratta: cosa sono e come si prenotano

Da non confondere con l’open jaw!

I voli multitratta sono quei voli che prevedono tre o più tratte, e si differenziano dagli open jaw che che ne comprendono solo due.

Ipotizziamo sempre un viaggio negli Stati Uniti con partenza da Roma e con rientro da New York e tappa intermedia a Las Vegas, come feci io durante il mio viaggio di nozze. Un volo Roma – San Francisco come prima tappa, l’automobile per girare la California fino ad arrivare nel Nevada a Las Vegas, un bel giro al Grand Canyon e poi un volo per New York. Dopo qualche giorno nella Grande Mela si riprende un altro volo e si ritorna a Roma.

Ecco come appare questo tipo di ricerca su Skyscanner.

voli multitratta

Acquistando tutti questi voli in un’unica prenotazione si ha un volo multitratta.

C’è però da fare attenzione a una cosa: acquistando i voli come pacchetto unico dalla stessa compagnia aerea bisogna rispettare tutte le tratte, perché non presentandosi in un’una si rischia di perdere anche tutti i successivi per via della regola chiamata “no show” applicata dalle principali compagnie aeree mondiali.

Nessun problema se invece le singole tratte vengono operate da compagnie aeree diverse (in questo caso su Skyscanner troverai la dicitura “trasferimento autonomo”).

Non mi resta che augurarti un buon viaggio, ti consiglio però di leggere anche la mia guida Quando prenotare un volo: dritte e strategie per risparmiare.

Un bel giorno di novembre apre per gioco il blog VoloGratis.org e si ritrova ad essere uno dei travel bloggers più seguiti e più influenti in Italia. Ama coccolare il suo bassethound Gastone, cantare sia dentro che fuori alla doccia, suonare la chitarra e viaggiare per il mondo insieme alla sua famiglia. Odia fare la valigia e gli hotel con i bagni in comune. Per anni ha portato avanti la battaglia “più viaggi per tutti” non solo su VoloGratis.org ma anche su m2oradio e sulle pagine de L'Huffington Post. Ora lo trovi ogni sabato alle 13:10 su Radio Capital. Il 18 maggio 2017 è uscito il suo primo libro "Professione Travel Blogger" disponibile in tutte le principali librerie italiane, anche online. La seconda edizione è uscita a giugno 2019. Il 23 luglio 2020 è uscito il libro da lui curato dal titolo "In viaggio tra i borghi d'Italia".