Polignano a mare: cosa vedere nella città di Domenico Modugno

polignano a mare cosa vedere

Polignano a Mare è secondo me tra le mete imperdibili in un viaggio in Puglia.

Una città bianca che si staglia su uno sperone roccioso affacciandosi sul mar Adriatico, località mitica per gli appassionati della musica per aver dato i natali al grandissimo Domenico Modugno, grazie alla potenza del web si sta facendo conoscere in tutto il mondo diventando una località di mare molto ambita dai viaggiatori di tutto il mondo.

Dista una cinquantina di chilometri dall’aeroporto di Bari e quindi raggiungibile in aereo anche con le compagnie aeree low cost, ma poi bisogna noleggiare un’auto perché secondo me è uno spreco andare in quella zona senza visitare posti altri stupendi come Alberobello, Ostuni, Monopoli e la Valle d’Itria. Quindi un consiglio da amico, se puoi raggiungila in automobile e dedica qualche giorno a visitare i suoi dintorni, non te ne pentirai.

Veniamo ora al succo del post.

COSA VEDERE A POLIGNANO A MARE

Lama Monachile

polignano a mare lama monachile

Prima di arrivare a Polignano a Mare io avevo sempre e solo un’immagine fissa nella mente: veduta dall’alto, in basso una piccola spiaggetta, un bel mare di fronte, e sia a destra che a sinistra le rocce con sopra le bianche case.

Questo posto meraviglioso si chiama Lama Monachile (o Cala Porto perché in epoca romana era proprio un porto per le navi che arrivavano dall’Oriente) e si trova in pieno centro.

Per ammirarla dall’alto puoi recarti o sul ponte alto 15 metri fatto costruire dai Borboni nei primi decenni dell’Ottocento, o sulla Terrazza Santo Stefano che si trova su via Porto, poco dietro Piazza Vittorio Emanuele II. Dal primo punto potrai ammirarla dal lato “terra”, dal secondo lato mare, entrambe ti lasceranno senza parole.

valentina venanzi polignano a mare

Per scendere in spiaggia bisogna percorrere la scala che si trova dietro al ponte borbonico. In alta stagione è super affollata, quindi se avrai intenzione di trascorrere una giornata al mare nel mese di agosto ti suggerisco di svegliarti presto e andarci entro le 9/9:30 del mattino.

Via Traiana

Girandoti verso la scalinata che porta alla spiaggia noterai un piccolo ponte. Si tratta di un ponte romano sul quale passava la via Traiana che collegava Roma con il porto di Brindisi.

Monumento a Domenico Modugno

monumento domenico modugno polignano a mare

Una volta sul ponte borbonico, con lo sguardo rivolto verso la spiaggia Lama Monachile, ti suggerisco di andare alla tua sinistra e svoltare su Largo Gelso. Proprio sul lungomare troverai la statua in bronzo di Domenico Modugno alta circa tre metri, realizzata dallo scultore Hermann Mejer e inaugurata nel 2009. Modugno nacque a Polignano a Mare il 9 gennaio del 1928, e la statua è rivolta proprio verso il centro dell’abitato, con Mimmo che apre le braccia come a voler cantare “Volare oh oh, cantare oh oh oh” abbracciando la sua città natale.

Le rocce piatte

andrea petroni a polignano a mare

Proprio dietro al monumento a Domenico Modugno si trova una scalinata che porta a una grossa terrazza rocciosa in cui ammirare da un’altra angolazione Lama Monachile e le casette bianche del centro storico. Io l’ho percorsa sia in discesa che in salita portando di peso tra le braccia il passeggino di mio figlio Nicholas di 15 mesi con lui seduto dentro…è stato faticoso ma ne è valsa la pena.

Questa è un’ottima location per fare belle foto.

Il centro storico

polignano a mare centro storico da vedere

Passando nuovamente sul ponte borbonico che affaccia su Lama Monachile, e passando sotto all’Arco Marchesale in Piazza Giuseppe Verdi che divide il borgo antico dalla città nuova, si entra nel centro storico di Polignano.

Ad accoglierti troverai Piazza Vittorio Emanuele II (o Piazza dell’Orologio per via della casa dell’orologio che un tempo ospitava l’università), in cui si trova la chiesa di Santa Maria Assunta risalente al 1295 in stile romanico-pugliese, e il Palazzo del Governatore.

Nel centro non troverai comunque monumenti, musei o palazzi assolutamente da visitare, potrai quindi rilassarti passeggiando per i suoi vicoli con le case bianche e i balconi fioriti, che sfociano spesso in terrazze con una vista pazzesca sul mare e sulle grotte sottostanti.

andrea petroni polignano a mare 2

polignano a mare cosa vedere (2)

Aguzza la vista perché sulle scale delle case, sulle porte e sui muri delle abitazioni potrai trovare le poesie di Guido Lupori, conosciuto come Guido il Flâneur, un signore barese che nel 1984 si è trasferito a Polignano a Mare e che scrive poesie e citazioni nel borgo con lo scopo di avvicinare i giovani alla letteratura. Una dritta: si trovano per lo più nei pressi dei belvedere, le terrazze sul mare.

poesie polignano a mare

Troverai anche vari negozi con ceramiche pugliesi, Valentina che non sa resistere allo shopping ha comprato una foglia di fico d’india in ceramica che abbiamo appeso in cucina in ricordo del nostro viaggio pugliese.

Grotte marine

polignano a mare grotte marine

Affacciandoti in uno dei punti panoramici di Polignano a Mare ti accorgerai subito delle numerose grotte marine che si trovano sotto al centro abitato e oltre. Sono una settantina e molte sono visitabili con tour in barca.

Tra le grotte più famose c’è Grotta Palazzese in cui si trova uno dei ristoranti più esclusivi del mondo.

Film ambientati a Polignano a Mare

Se sei un appassionato di cinema devi sapere che Polignano a Mare è stata spesso utilizzata come set e vi sono state girate di film e fiction come Sabato, domenica e lunedì di Lina Wertmüller con Sophia Loren; Cado dalle nubi e Che bella giornata con Checco Zalone; Volare – la grande storia di Domenico Modugno con Beppe Fiorello; Io che amo solo te con Laura Chiatti e Riccardo Scamarcio; La cena di Natale sempre con Laura Chiatti, Riccardo Scamarcio, Michele Placido e Luciana Littizzetto, Outing – Fidanzati per sbaglio con Nicolas Vaporidis, Giulia Michelini e Massimo Ghini; e tanti altri.

Mangiare a Polignano a Mare

Per uno spuntino gustoso e volendo anche veloce – dipende però dalla fila – c’è Pescaria in Piazza Aldo Moro 6/8 in cui mangiare pesce: crudo, nelle insalate, fritto, ma soprattutto nei panini. Il top è il panino con il polpo fritto.

Ora che sai cosa vedere a Polignano a Mare non ti resta che lasciarti coinvolgere dalla sua atmosfera.

Buona passeggiata, ti aspetto anche sul mio profilo Instagram vologratis.

Un bel giorno di novembre apre per gioco il blog VoloGratis.org e si ritrova ad essere uno dei travel bloggers più seguiti e più influenti in Italia. Ama coccolare il suo bassethound Gastone, cantare sia dentro che fuori alla doccia, suonare la chitarra e viaggiare per il mondo insieme alla sua famiglia. Odia fare la valigia e gli hotel con i bagni in comune. Per anni ha portato avanti la battaglia “più viaggi per tutti” non solo su VoloGratis.org ma anche su m2oradio e sulle pagine de L'Huffington Post. Ora lo trovi ogni sabato alle 13:10 su Radio Capital. Il 18 maggio 2017 è uscito il suo primo libro "Professione Travel Blogger" disponibile in tutte le principali librerie italiane, anche online. La seconda edizione è uscita a giugno 2019. Il 23 luglio 2020 è uscito il libro da lui curato dal titolo "In viaggio tra i borghi d'Italia".