| Messico, Sapori dal Mondo

Tortillas messicane: cosa sono e ricetta per prepararle in casa

tortillas messicane

Ti piacciono le tortillas messicane? Io le adoro e ogni volta che vado in Messico ne mangio in quantità industriali.

In questo post troverai tante informazioni utili che ti serviranno per orientarti nella scelta di cosa mangiare quando sarai in Messico perché ti ritroverai di fronte a tanti piatti diversi aventi tutti come base le tortillas, ma non solo, troverai anche la ricetta per prepararla in casa e stupire amici e parenti con una bella cenetta etnica.

Cosa sono le tortillas messicane

Le tortillas di mais sono delle sottili sfoglie di farina cotte su una piastra chiamata comal, e possono essere considerate come il simbolo della cucina messicana. Vengono servite o al posto del pane o ripiene di carne, pesce, verdure e spezie e poi arrotolate.

Anche se oramai molti messicani le acquistano già pronte e impacchettate nei negozi, tanti sono ancora quelli che preparano le tortillas in casa. Nei ristoranti dello Yucatan è facile vedere anziane signore che le preparano ancora a mano, e ammirarle mentre lavorano con il loro sorriso smagliante è davvero emozionante.

foto messico maya

Le tortillas messicane possono essere mangiate come aperitivo, come antipasto o come piatto unico e il piatto preparato con queste sfoglie di mais o di frumento prende il nome dal modo con cui viene farcito.

tortillas messicane tacos

I principali piatti preparati con le tortillas vengono chiamati:

  • burritos: tortillas di frumento completamente chiuse e farcite all’interno con carne o pollo, fagioli, e a volte riso. Io adoro i burritos, divenuti oramai il piatto forte anche della cucina tex-mex che si trova principalmente nel sud della California
  • tacos: tortillas di mais croccanti piegate in due a formare una mezzaluna e ripiene di carne, verdure e formaggio (io adoro i tacos al pastor, carne alla griglia simile al döner kebab turco e al gyros greco)
  • nachos: piccole tortillas di mais cotte al forno o fritte e servite poi con formaggio fuso, salsa piccante o guacamole
  • fajitas: tortillas arrotolate ripiene di bocconcini di carne con peperoni, cipolle, spezie e peperoncino
  • empanadas: tortillas piegate in due a formare una mezzaluna e cotte al forno o fritte (simili ai nostri calzoni ripieni), e riempite poi con carne, spezie e cipolle
  • enchiladas: somigliano ai nostri cannelloni, vengono riempite di carne e formaggio, cotte al forno e servite con salsa enchiladas, una salsa a base di pomodoro e peperoncino.

Tutti questi piatti preparati con le tortillas messicane vengono poi accompagnati con il guacamole e l’immancabile salsa chili (occhio a metterne poca!).

tortillas messicane ricetta

Tortillas messicane: la ricetta

Vuoi provare a farle in casa? Ecco la ricetta delle tortillas messicane.

L’ingrediente principale è la masa harina (farina di mais bianco) che in Italia si trova soprattutto nei negozi o supermercati che vendono prodotti etnici. Ma si possono fare anche con la farina 00, come nelle zone del Messico in cui scarseggia il mais, o con un mix di farina 0 e farina di mais bianco.

Ingredienti:

  • 200 gr di farina di mais bianco
  • 300 ml di acqua
  • sale fino
  • olio di semi

Preparazione:

Versare 300 ml di acqua tiepida in una ciotola o in una caraffa e scioglierci due pizzichi di sale.

Mescolare l’acqua con la farina di mais e due cucchiaini di olio di semi, e amalgamare il tutto.

Lasciare riposare il composto per 15 minuti e poi dividerlo in 12 piccole palline della stessa dimensione.

Prendere un foglio di carta da forno, metterci sopra la pallina, altro foglio di carta da forno e stenderla con il mattarello fino a che il suo spessore non sia di circa 2 mm, cercando di darle una forma tonda.

Bisogna poi togliere i fogli di carta da forno e metterla a cuocere su una padella antiaderente già calda (va benissimo anche la padella per crepes) per circa due minuti girandola sui lati.

Semplice vero?

Viva il Messico e viva la cucina messicana!

Andrea Petroni

Un bel giorno di novembre apre per gioco il blog VoloGratis.org e si ritrova ad essere uno dei travel bloggers più seguiti e più influenti in Italia. Ama coccolare il suo bassethound Gastone, cantare sia dentro che fuori alla doccia, suonare la chitarra e viaggiare per il mondo. Odia fare la valigia e gli hotel con i bagni in comune. Per anni ha portato avanti la battaglia “più viaggi per tutti” non solo su VoloGratis.org ma anche su m2oradio e sulle pagine de L'Huffington Post. Il 18 maggio 2017 è uscito il suo primo libro "Professione Travel Blogger" disponibile in tutte le principali librerie italiane, anche online.

Sapori dal Mondo