Le 13 città del Nord America più economiche da visitare nel 2020

nord america mappa citta economiche

Il Nord America è indubbiamente una zona particolarmente ambita dai viaggiatori di tutto il mondo.

Il fascino americano dei grandi parchi, delle moderne metropoli e di quella cultura che volente o nolente ha plasmato la nostra esistenza, ci spinge costantemente a sognare un viaggio da quelle parti che spesso muore sul nascere quando si fanno i conti con il proprio portafogli.

Ma non tutto è perduto!

Dopo le città europee più economiche da visitare nel 2020 di cui ti ho già parlato, ecco ora la classifica delle 13 città più economiche da visitare nel Nord America secondo il Backpacker Index del portale Price of Travel, stilata secondo i seguenti criteri:

  • il prezzo di una notte nell’ostello meno costoso ma con una buona posizione e buone recensioni
  • due corse al giorno con i mezzi pubblici
  • il prezzo di un’attrazione famosa imperdibile
  • tre pasti economici
  • tre birre economiche al giorno (o dessert, caffè…).

Sei curioso? Scopriamole insieme.

LA CLASSIFICA DELLE CITTÀ PIÙ ECONOMICHE DEL NORD AMERICA DA VISITARE NEL 2020

1. Montreal (Canada)

La più grande città della provincia canadese del Quebec non è notoriamente economica, però grazie ad alcuni ostelli che propongono prezzi ragionevoli svetta al primo posto della classifica delle città nordamericane da visitare nel 2020 dai viaggiatori con zaino in spalla.

Il prezzo medio di una giornata in base ai criteri suindicati si aggira sui CA$82.70, l’equivalente di € 57.

2. New Orleans (USA)

Al secondo posto si piazza una delle città statunitensi più affascinanti ma allo stesso tempo poco prese in considerazione dal turismo di massa italiano, che potrebbe non essere un male per chi decide di visitarla.

New Orleans, in Louisiana, si sviluppa sul fiume Mississippi ed è famosa per la vibrante scena musicale, per la vivace vita notturna e per la cucina che è un mix tra quella africana, francese e americana.

Il prezzo medio per un giorno si attesta sui $ 69,80, circa € 64.

3. Las Vegas (USA)

Ciò che succede a Las Vegas rimane a Las Vegas, recita un vecchio slogan che dà comunque un’idea della strampalata quanto unica e divertente città nel bel mezzo del deserto del Nevada. Io e Valentina ci siamo stati e c’è piaciuta tantissimo al punto che vorremmo tornarci,  e ti posso assicurare che alloggiare in uno dei suoi famosi e giganteschi hotel più simili a città in miniatura che a strutture alberghiere costa molto meno rispetto ad altre città.

Il costo medio di una giornata si aggira su $ 81,40, € 75.

4. Los Angeles (USA)

Los Angeles è una città che va capita, o meglio va vissuta. Visitandola di sfuggita da turista, magari dopo aver visto altre città come San Francisco o San Diego, può lasciare l’amaro in bocca, ma se vissuta con calma per qualche giorno più da “local” che da turista sa regalare grosse soddisfazioni, e te lo dico con cognizione di causa essendoci stato due volte.

Se ci andrai però per visitare i due grandi parchi a tema (Universal Studios e il Disneyland Resort) sappi però che spenderai più per acquistare i biglietti d’ingresso che per trascorrere un’intera giornata in città (o a Santa Monica) comprensiva di alloggio e cibo.

Secondo il Backpacker Index il costo medio di un giorno a L.A. è di $ 83,72, circa € 76,70.

5. Miami Beach (USA)

Se penso al mare, alle spiagge sconfinate, all’estate tutto l’anno e al divertimento a stelle e a strisce mi viene subito in mente Miami Beach, l’isola a sud della Florida collegata con ponti a Miami.

Per trascorrere una giornata nell’iconica città americana il prezzo medio è di $ 85,08, cioè € 78.

6. Vancouver (Canada)

Al sesto posto si riaffaccia un’altra città canadese. Vancouver, posta sull’Oceano Pacifico e dalla parte opposta di Montreal, non è notoriamente economica, però un viaggiatore zaino in spalla che si accontenta di un posto letto in un ostello riesce a spendere mediamente CA$112.30, l’equivalente di € 78.

7. Toronto (Canada)

Toronto non è una città economica per gli standard internazionali, ma ultimamente si sta affacciando prepotentemente nel panorama turistico mondiale grazie a quel su mix tra modernità, cultura, natura e tradizioni, e al suo compatto centro storico che può essere benissimo girato a piedi.

Da molti considerata come la città più bella e più pulita del Nord America, per una giornata da backpacker si spendono in media CA$114.81, circa € 79.

8. Washington DC (USA)

Se hai sempre sognato di vedere i palazzi del potere americano come il Campidoglio, la Casa Bianca e la Corte Suprema, devi sapere che Washington DC è piuttosto cara per gli alloggi e per il cibo, soprattutto nelle zone più turistiche. Di contro però la maggior parte dei musei è a ingresso gratuito.

Il costo medio di una giornata si attesta, sempre secondo il Backpacker Index, su $ 89,30, cioè € 81,80.

9. Honolulu (USA)

Chi non ha mai sognato di fare un viaggio alle Hawaii? Penso pochi. Il fratello di mio cognato ci ha vissuto per un intero anno e ogni volta che guardavo le sue foto o i suoi video su Facebook sognavo di andarci…prima o poi ci andrò insieme a Valentina e a Nicholas, gliel’ho promesso!

Honolulu, a differenza di altri luoghi nelle isole Hawaii, consente di vivere con un budget ridotto che si aggira sui $ 93, ossia € 85,20.

10. Chicago (USA)

Considerata da molti come una delle città più belle degli Stati Uniti, permette di vivere una vacanza più economica rispetto a New York, anche se non ci sono ancora molti ostelli e trovare offerte vantaggiose può risultare un po’ difficile.

Il prezzo di una giornata a Chicago è di $ 99,90, cioè € 91,50.

11. San Francisco (USA)

San Francisco è la città americana che più amo tra quelle in cui sono stato.

È notoriamente cara e ambitissima dai viaggiatori di tutto il mondo, cosa che negli ultimi anni ha fatto aumentare di brutto il prezzo degli alloggi, ma credimi, vale la pena di essere visitata almeno una volta nella vita anche se non proprio economica.

Il costo si attesta sui $ 107,69, € 98,68, che per un viaggiatore zaino in spalla non è poi così poco.

12. Boston (USA)

Boston, nel Massachussets, è una delle città più importanti degli Stati Uniti, da visitare soprattutto in autunno durante il foliage quando si colora di quelle tinte calde che la rendono ancora più affascinante.

Purtroppo nel centro ci sono pochi ostelli di qualità, e quelli migliori applicano ovviamente prezzi maggiori rispetto agli altri. Pensa che per una notte in ostello si spendono in media $ 42, figurati in hotel.

Il prezzo medio di una giornata è di $ 110,52, l’equivalente di € 101.

13. New York (USA)

All’ultimo posto di questa classifica di Price of Travel troviamo la città più desiderata dai viaggiatori, quella che incarna il sogno americano, quella che tutti noi sentiamo di conoscere ancor prima di andarci.

Frenetica, vivace, culturalmente affascinante ma anche divertente, New York ha tutto quello che si possa desiderare ma è costosa, e su questo non ci piove, quindi volendola visitare bisogna dare fondo alle proprie finanze personali.

Gli alloggi sono cari ma stanno aprendo vari ostelli nel Queens con un ottimo rapporto qualità/prezzo rispetto a quelli nel nord di Manhattan.

Anche i musei sono costosi però con la mia guida Musei Gratis a New York: come e quando visitarli a costo 0, potrai risparmiare bei soldini.

Si può invece mangiare spendendo relativamente poco.

Il prezzo di un giorno nella Grande Mela è di $ 123,58, cioè € 113.

Trucchi per risparmiare

Per risparmiare il più possibile ti consiglio di leggere innanzitutto la mia guida su come viaggiare low cost.

Leggi poi Quando prenotare un volo: dritte e strategie per risparmiare. e cerca il biglietto aereo utilizzando o Skyscanner o Google Voli.

Se non ami gli ostelli prova a cercare un appartamento su Airbnb (sfruttando il coupon Airbnb che ti permetterà di risparmiare qualche decina di dollari), nel quale potrai prepararti la colazione e i principali pasti risparmiando ulteriormente.

Buon viaggio e ti aspetto su Instagram con tante altre dritte.

Un bel giorno di novembre apre per gioco il blog VoloGratis.org e si ritrova ad essere uno dei travel bloggers più seguiti e più influenti in Italia. Ama coccolare il suo bassethound Gastone, giocare con suo figlio Nicholas, cantare sia dentro che fuori alla doccia, suonare la chitarra e viaggiare per il mondo insieme alla sua famiglia. Odia fare la valigia e gli hotel con i bagni in comune. Per anni ha portato avanti la battaglia “più viaggi per tutti” non solo su VoloGratis.org ma anche su m2oradio, su Radio Capital e sulle pagine de L'Huffington Post. Ogni tanto lo trovi in radio, in tv e su giornali. Il 18 maggio 2017 è uscito il suo primo libro "Professione Travel Blogger" disponibile in tutte le principali librerie italiane, anche online. La seconda edizione è uscita a giugno 2019. Il 23 luglio 2020 è uscito il libro da lui curato dal titolo "In viaggio tra i borghi d'Italia".