05.03.2020

Coronavirus e rimborso dei biglietti aerei: come ottenerlo

rimborso biglietti aerei coronavirus

11 marzo 2020

Il Dpcm dell’11 marzo 2020 impone restrizioni e dispone regole da seguire scrupolosamente affinché questo maledetto virus possa essere messo alle corde e sconfitto. Serve più che mai senso civico e responsabilità. I viaggi possono aspettare, la salute no. Passato questo incubo tutto tornerà come prima e riprenderemo a viaggiare con ancora più gioia. In questa situazione, e fino al 3 maggio 2020, tutti i viaggi, biglietti aerei, ferroviari, hotel e appartamenti sono rimborsabili. Io ho già chiesto l’annullamento di una prenotazione su Airbnb già confermata e il rimborso dei biglietti Italo per il 20 marzo.

Ce la faremo, andrà tutto bene!

Ci tengo a ricordarti che io sono un travel blogger e non vendo nulla, tantomeno biglietti aerei o notti in hotel. Su questo blog racconto i miei viaggi e fornisco informazioni su come viaggiare al meglio. Per saperne di più leggi qui.

Il seguito del post è da ritenersi superato.

Il nuovo coronavirus sta avendo un impatto violentissimo sui viaggi.

Molti Paesi hanno imposto restrizioni o divieti all’ingresso per chi proviene dalle zone rosse o dall’Italia in generale (a tal proposito leggi con attenzione la mia guida Coronavirus e viaggi: tutto quello che devi sapere), e alcune compagnie aeree -volenti o nolenti – stanno in queste ore cancellando i voli da e per il nostro Paese. C’è da dire che alcune cancellazioni si stanno verificando anche a causa dei pochi biglietti venduti sulla tratta, seppur non direttamente collegata con le restrizioni dovute al Covid-19.

Come ho già ribadito nei miei precedenti post sull’argomento, e soprattutto su Instagram, io non voglio e non posso entrare nel merito medico-scientifico del Covid-19 perché non ne ho le competenze, e tu mi raccomando tieniti informato solo su portali ufficiali come:

senza cadere nelle trappole dei titoloni acchiappa clic che stanno seminando il panico nella popolazione e grossi danni all’economia del nostro Paese.

Posso però darti una mano nel richiedere e ottenere il rimborso del biglietto aereo in caso di cancellazione del volo da parte della compagnia aerea, o in caso di divieto all’ingresso da parte della Nazione in cui saresti dovuto recarti.

RIMBORSO DEL BIGLIETTO AEREO PER CORONAVIRUS: CHI HA DIRITTO A OTTENERLO

Inizio subito col dirti che a tal proposito si è pronunciato l’ENAC (ente nazionale dell’aviazione civile) che, con un comunicato del 29 febbraio 2020, ha chiarito la situazione:

  • i passeggeri hanno diritto al rimborso del prezzo del biglietto aereo da parte del vettore se il volo è stato cancellato o se il Paese in cui sarebbero dovuti atterrare ha imposto restrizioni all’ingresso
  • non hanno diritto alla compensazione (cioè al risarcimento, che è diverso dal rimborso) ai sensi dall’art. 5 del Reg. numero 261 del 2004 (Carta dei diritti del Passeggero) se la cancellazione del volo non è dipendente da causa imputabile al vettore.

Ti faccio un esempio pratico. Se ho un volo Royal Jordanian Airlines per la Giordania che mi è stato cancellato dalla compagnia aerea allora ho diritto al rimborso del biglietto, stessa cosa se ho un volo per la Giamaica che ora ha bloccato l’ingresso nel Paese agli italiani o a chi proviene dall’Italia. Non ho però diritto al rimborso se per paura decido di cancellare di mia spontanea volontà un volo Roma – Bari o un Napoli – Parigi.

C’è poi da dire che il decreto legge n. 9/2020, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 2 marzo, stabilisce inoltre che hanno diritto al rimborso anche coloro i quali abbiano:

“programmato soggiorni o viaggi con partenza o arrivo nelle aree interessate dal contagio come individuate dai decreti adottati dal Presidente del Consiglio dei ministri ai sensi dell’articolo 3 del decreto-legge 23 febbraio 2020”.

Chiariti questo punti importanti passiamo all’atto pratico.

COME OTTENERE IL RIMBORSO DI UN BIGLIETTO AEREO A CAUSA DI VOLO CANCELLATO PER CORONAVIRUS

Alitalia

I passeggeri dei voli cancellati a seguito delle restrizioni applicate da alcuni Paesi possono contattare Alitalia entro il 15 marzo 2020, e ottenere un buono di importo pari a quello del volo cancellato da utilizzare per acquistare biglietti aerei per qualsiasi destinazione per viaggiare entro il 30 giugno 2020.

American Airlines

Il 29 febbraio 2020 American Airlines ha cancellato i voli per Milano sia da Miami che da New York, e viceversa.

I passeggeri interessati saranno contattati dal team della compagnia aerea per riprogrammare le date, altrimenti potranno chiedere il rimborso a questo link.

British Airways

La compagnia di bandiera inglese ha ridotto i suoi voli da e per Milano (Linate e Malpensa), Torino, Bologna, Venezia, Bergamo e Verona almeno fino al 2 marzo 2020.

Per i voli cancellati è possibile o prenotare un nuovo volo senza spese aggiuntive, o cancellare la prenotazione e richiedere il rimborso integrale anche delle tasse.

La richiesta di rimborso va inoltrata da qui.

Brussels Airlines

Per i voli Brussels Airlines bisogna inoltrare richiesta di rimborso a questo link o procedere con la modifica delle date senza alcun costo aggiuntivo collegandoti qui.

Bulgaria Air

La compagnia aerea bulgara ha cancellato i voli da e per Milano fino al 27 marzo 2020, e tutti i passeggeri interessati dalla cancellazione posso o richiedere il rimborso completo o modificare le date del volo senza costi aggiuntivi.

La richiesta di rimborso va inoltrata da qui.

Czech Airlines

Ha cancellato i voli da Milano e da Bologna per Praga almeno fino al 6 aprile 2020.

Delta

Delta ha cancellato tutti i voli da e per l’Italia fino al 30 aprile 2020, lasciando la possibilità ai passeggeri che hanno già acquistato il biglietto aereo o di riprogrammarlo, o di acquistarlo con un’altra compagnia partner, o di richiedere il rimborso. Per farlo bisogna accedere a questa pagina.

Qui trovi maggiori informazioni.

easyJet

Anche alcuni voli easyJet sono stati soggetti a cancellazione o a restrizioni.

Se il tuo volo rientra in questi casi puoi chiedere il rimborso contattando il Servizio Clienti.

Altrimenti puoi spostare il tuo volo a una data successiva al 13 marzo senza la tariffa del cambio volo ma coprendo di tasca tua il costo della differenza tariffaria.

In entrambi i casi devi contattare easyJet.

Emirates

Per quanto riguarda i voli Emirates per Mauritius bisogna collegarsi a questa pagina e aggiungere nel campo commenti la dicitura “Richiesta di rimborso a causa del Coronavirus”.

Per le altre destinazioni servite dalla compagnia ti consiglio di verificare sul sito web Emirates gli ultimi aggiornamenti, e per ricevere novità sulla tua prenotazioni verifica su Gestione della Prenotazione che i tuoi contatti siano corretti.

Finnair

La compagnia aerea finlandese ha cancellato i voli Helsinki-Milano (e viceversa) tra il 9 marzo e il 7 aprile. Dal 4 all’8 marzo ci sarà un solo volo diretto invece dei due normalmente previsti.

Qui trovi il modulo per chiedere il rimborso.

Gruppo Lufthansa

Chi ha subito cancellazioni di voli da parte di compagnie appartenenti al gruppo Lufthansa può richiedere il rimborso collegandosi a questa pagina.

Latam Airlines Brasil

Sospenderà temporaneamente i voli tra San Paolo e Milano fino al 16 aprile 2020. I passeggeri saranno rimborsati o potranno scegliere un cambio data.

Qatar airways

Sospensione per il mese di marzo dei voli su Venezia e su Pisa, annullamenti e rimodulazioni per i voli su Milano e Roma.

Ryanair

I voli cancellati per la situazione Coronavirus al momento sono i seguenti:

  • Milano BGY ad Amman
  • Bologna ad Amman
  • Roma CIA ad Aqaba
  • Milano BGY ad Aqaba
  • da Milano Bergamo a Tel Aviv
  • da Bologna a Tel Aviv
  • da Roma Fiumicino a Tel Aviv
  • da Milano Bergamo a Eilat Ramon
  • da Bologna a Podgorica.

Ryanair – a casa del forte calo di prenotazioni – ha anche cancellato il 25% dei voli per il periodo compreso tra il 17 marzo e l’8 aprile. Tutti gli acquirenti sono stati contattati, o verranno contattati nei prossimi giorni, tramite email o SMS, con l’opzione se riprogrammare il viaggio o richiedere il rimborso.

La low cost irlandese sta contattando via mail chi ha già acquistato biglietti aerei proponendo o un rimborso completo o una nuova sistemazione sui voli a partire dal 5 aprile.

Leggi comunque la mia guida Come richiedere il rimborso per la cancellazione di un volo Ryanair.

SAS

Ha sospeso i voli per l’Islanda da Milano, Venezia, Bologna e Torino dal 4 al 16 marzo.

Qui trovi info sul rimborso o cambio del biglietto.

Swiss

In seguito alla riduzione della domanda dei voli da e per l’Italia ha ridotto fino alla fine di marzo i voli da e per Milano, Firenze, Roma e Venezia.

Per richiedere e ottenere il rimborso dei voli Swiss devi compilare il form presente a questo link.

Turkish Airlines

La Turchia ha cancellato tutti i voli dall’Italia. Per richiedere il rimborso da Turkish Airlines bisogna o contattare la compagnia (qui trovi le modalità di contatto) o accedere alla propria prenotazione nel sito turkishairlines.com o tramite app mobile.

Wizz Air

A seguito del Coronavirus anche Wizz Air ha rivisto la sua programmazione dei voli da e per l’Italia. I passeggeri interessati dalla cancellazione del volo vengono contattati via mail, in caso contrario qui trovi le modalità per richiedere il rimborso.

Altre compagnie aeree

Ti consiglio di monitorare costantemente sia la tua casella di posta elettronica che l’home page della compagnia aerea con cui hai la prenotazione e seguire le indicazioni indicate.

Voli prenotati tramite agenzia di viaggi

In questo periodo il mio pensiero va a tutti i miei amici agenti di viaggio che stanno svolgendo un lavoro difficilissimo per aiutare e riproteggere tutti i loro clienti. Il loro lavoro è preziosissimo e specialmente in momenti come questi loro sono veri e propri angeli custodi dei viaggiatori.

Se hai prenotato un viaggio tramite agenzia contatta il tuo agente ma fallo con estrema gentilezza e comprensione, senza avanzare richieste assurde e infondate. Farà sicuramente del suo meglio per risolvere il tuo problema. Fidati della sua professionalità ed esperienza.

 

Mi auguro con tutto il cuore che questo serio problema che sta provocando problemi sanitari ed economici si risolva nel più breve tempo possibile, per il bene di tutti noi!

 

Un bel giorno di novembre apre per gioco il blog VoloGratis.org e si ritrova ad essere uno dei travel bloggers più seguiti e più influenti in Italia. Ama coccolare il suo bassethound Gastone, giocare con suo figlio Nicholas, cantare sia dentro che fuori alla doccia, suonare la chitarra e viaggiare per il mondo insieme alla sua famiglia. Odia fare la valigia e gli hotel con i bagni in comune. Per anni ha portato avanti la battaglia “più viaggi per tutti” non solo su VoloGratis.org ma anche su m2oradio, su Radio Capital e sulle pagine de L'Huffington Post. Ogni tanto lo trovi in radio, in tv e su giornali. Il 18 maggio 2017 è uscito il suo primo libro "Professione Travel Blogger" disponibile in tutte le principali librerie italiane, anche online. La seconda edizione è uscita a giugno 2019. Il 23 luglio 2020 è uscito il libro da lui curato dal titolo "In viaggio tra i borghi d'Italia".