Cosa vedere nel Lazio: luoghi insoliti che ti lasceranno a bocca aperta

cosa vedere lazio

Cosa vedere nel Lazio? Questa sarà una domanda che ricorrerà spesso nei prossimi mesi quando il turismo di prossimità e la voglia di riscoprire il nostro Bel Paese ci riporteranno a godere dell’immenso patrimonio storico, artistico, culturale e naturalistico italiano.

Io sono nato e cresciuto a Roma, e ci vivo tuttora, e posso assicurarti che il Lazio ha tanto altro da offrire oltre alla Capitale che spesso offusca le altre bellezze: splendidi borghi, un bel mare, placidi laghi, alte montagne e interessantissimi siti archeologici.

A me piace tanto girare per la mia regione e ho quindi pensato di scrivere questo post dandoti tanti spunti su cosa vedere nel Lazio.

COSA VEDERE NEL LAZIO: I LUOGHI DA NON PERDERE

Borghi del Lazio

Se sei uno di quei viaggiatori che va spesso in cerca delle antiche tradizioni tra i Borghi più belli d’Italia qui nel Lazio ne troverai tanti belli e curiosi.

Il primo che ti consiglio di visitare è in provincia di Viterbo e si chiama Civita di Bagnoregio, conosciuta come la città che muore per via dello sgretolamento delle pareti di tufo sulla quale è stata edificata tanti secoli fa. Un borgo  suggestivo che pare sospeso nel nulla e collegato alla città nuova tramite un ponte pedonale sulla valle dei calanchi.

Sempre su uno sperone di tufo si erge Calcata, la città degli hippie e delle streghe abbandonata nei primi decenni del 1900 e ritornata alla vita negli anni Sessanta grazie agli artisti e agli intellettuali provenienti da ogni parte del mondo in cerca di un luogo di pace in cui vivere lontano dal caos delle città. Calcata è molto particolare perché sorge su un luogo che in molti reputano da sempre come ricco di energie primitive che provengono dal sottosuolo e che hanno alimentato leggende e dicerie sull’occultismo e sulla stregoneria. A pochi chilometri di distanza si trovano le Cascate del Monte Gelato in cui ti consiglio di andare per una pausa rigenerante. Sempre a proposito di luoghi particolari da quelle parti c’è il Parco dei Mostri a Bomarzo tra natura e creature terrificanti. A pochi chilometri di distanza si trovano due veri gioiellini: Sant’Angelo di Roccalvece noto come il paese delle fiabe, e Vitorchiano con uno dei rari moai al di fuori dell’Isola di Pasqua.

Non perdere poi per nulla al mondo Caprarola con il Palazzo Farnese realizzato da Jacopo Barozzi da Vignola, Antonio da Sangallo il Giovane e Baldassarre Peruzzi, considerato come uno dei palazzi rinascimentali più belli d’Italia.

Rimanendo nella Tuscia, cioè nell’alto Lazio, c’è la medievale Tuscania nel cui museo sono esposti reperti etruschi, l’affascinante Sutri con i suoi pittoreschi vicoletti, Soriano nel Cimino con il Castello Orsini e il Palazzo Chigi – Albani, e Vallerano in cui a fine agosto si svolge la Notte delle Candele. Ma anche Barbarano Romano con la sua triplice cinta muraria, la città etrusca di Blera con il caratteristico vicolo di Civitella pieno di piante verdi e fiori colorati e le grotte scavate nella roccia proprio sotto al paese, e Castiglione in Teverina al confine con l’Umbria. A me piace molto anche Nepi e adoro Viterbo con il quartiere San Pellegrino e il Palazzo dei Papi.

cosa vedere nel lazio

In provincia di Roma io ti consiglio innanzitutto una bella passeggiata ai Castelli Romani con una pausa golosa in una delle tante fraschette in cui mangiare la porchetta e bere del buon vino: Frascati, Ariccia, Genzano, Castel Gandolfo con il lago e la residenza papale, Marino con la famosa sagra dell’uva che si tiene a settembre, e Rocca di Papa ti prenderanno per la gola e ti stregheranno per la loro bellezza. Ma anche Palestrina con il Palazzo Colonna Barberini, Tivoli con Villa d’Este considerata come uno dei capolavori del rinascimento italiano, Bracciano con il lago e il Castello Orsini – Odescalchi, e Subiaco con i monasteri benedettini di Santa Scolastica e San Benedetto detto anche Sacro Speco.

Ti piacciono i luoghi abbandonati? Sì? Allora non puoi perderti il borgo fantasma di Monterano in cui sono state girate scene di molti film famosi tra cui il Marchese del Grillo con Alberto Sordi.

Spostandoci nella provincia di Latina c’è la bellissima Sperlonga che si affaccia sul mare e che ricorda villaggi greci e pugliesi e con la villa dell’imperatore romano Tiberio, Gaeta con la montagna spaccata e il borgo antico, e Sermoneta considerata come uno dei borghi medievali più affascinanti di tutta la regione.

In provincia di Rieti c’è Leonessa un tempo rinomata località sciistica, Castel di Tora che si affaccia sul Lago del Turano, Cittaducale nella Val Velina il cui aspetto medievale è stato un po’ modificato a seguito della ricostruzione avvenuta in seguito al terremoto del 1703, Greccio in cui San Francesco ideò il primo presepe vivente della storia e Amatrice ahimè martoriata dal terribile terremoto del 24 agosto 2016.

Nella Ciociaria c’è Isola del Liri con la suggestiva cascata nel centro città, Anagni “La città dei Papi” così chiamata perché ha dato i natali a ben quattro Papi (Innocenzo III, Alessandro IV, Gregorio IX e Bonifacio VIII) e per lungo tempo residenza papale, Montecassino con l’abbazia benedettina e Fumone con il castello e un centro storico ben conservato.

Luoghi naturalistici da non perdere

Se ami la natura non puoi non visitare il Giardino di Ninfa che secondo il New York Times è il giardino più bello del mondo, Villa Lante di Bagnaia con uno dei più famosi giardini italiani manieristici del 1500, il Parco Nazionale del Circeo tra Anzio e Terracina con la duna litoranea, la Selva di Circe e le zone umide, il Parco Naturale  Bracciano – Martignano con lo splendido lago, il Parco Naturale dei Monti Aurunci tra le province di Latina e Frosinone nell’Anti-Appennino laziale con tanti percorsi escursionistici, il monte Terminillo che dista 80 km da Roma e la cui vetta raggiunge i 2.217 metri, e il Parco Regionale Valle del Treja in cui si trovano le Cascate del Monte Gelato di cui ti ho parlato poco più su.

giardino di ninfa

Molto bello anche il lago di Bolsena sul quale affaccia l’omonimo borgo in cui nel 1263 si verificò un miracolo eucaristico, il lago di Vico che posto a 507 metri sul livello del mare detiene il primato di altitudine tra i grandi laghi italiani, e la meravigliosa Faggeta Vetusta del monte Cimino che dal 2017 fa parte dei Siti Unesco d’Italia.

Ami le terme? Nessun problema, nei dintorni di Viterbo ne troverai di libere (o con ingresso a pagamento di qualche euro) come le Piscine Carletti, le Terme di San Sisto e quelle del Bagnaccio.

Siti archeologici del Lazio da visitare

Se sei un appassionato di storia avrai l’imbarazzo della scelta su cosa vedere nel Lazio.

Partendo dagli etruschi non puoi perdere le necropoli etrusche di Cerveteri e di Tarquinia e le antiche città di Vulci Veio.

siti patrimonio unesco lazio

Passando al periodo romano di imperdibile ci sono Villa Adriana e Villa Gregoriana a Tivoli e , il Tuscolo a Monteporzio Catone, Locus Feroniae a Capena e la Villa di Tiberio a Sperlonga.

LEGGI ANCHE Siti patrimonio Unesco del Lazio: quali sono e dove si trovano.

Spiagge del Lazio

Il Lazio ha 361 km di costa, e da nord a sud sono tante le spiagge belle in cui rilassarsi, prendere un po’ di sole o fare un bagno, di cui qualcuna insignita della Bandiera Blu.

A 50 km a nord di Roma c’è la spiaggia di Santa Severa con il castello che lambisce il mare (peraltro visitabile), ma anche le calette scogliose di Santa Marinella o la spiaggia sabbiosa centrale con mare cristallino, e un po’ più su la spiaggia dei Bagni di Sant’Agostino con dune e pineta. Se non vuoi allontanarti troppo dalla Capitale ci sono poi le spiagge di Ostia, di Fregene e di Maccarese, molto grandi e spaziose ma non aspettarti il mare della Sardegna o della Puglia.

Il mare più bello si trova a sud della Capitale: Torre Astura a Nettuno, Tor Caldara e Lido dei Gigli ad Anzio, la spiaggia di Torre Paola e quella della Bufalara a Sabaudia, la spiaggia di San Felice Circeo, quella delle Bambole a Sperlonga, di Serapo a Gaeta ma anche quella dei 300 gradini.

Se ami follemente il mare devi concederti una gita o una vacanza nell’isola di Ponza o in quella di Ventotene che con le calette e l’acqua dalle mille sfumature di azzurro non hanno nulla da invidiare ai mari esotici.

Ora che sai cosa vedere nel Lazio non ti resta che scegliere i luoghi da visitare nei prossimi mesi. Io ti aspetto sul mio profilo Instagram, pronto a rispondere a qualsiasi tua domanda sul mondo dei viaggi.

Un bel giorno di novembre apre per gioco il blog VoloGratis.org e si ritrova ad essere uno dei travel bloggers più seguiti e più influenti in Italia. Ama coccolare il suo bassethound Gastone, giocare con suo figlio Nicholas, cantare sia dentro che fuori alla doccia, suonare la chitarra e viaggiare per il mondo insieme alla sua famiglia. Odia fare la valigia e gli hotel con i bagni in comune. Per anni ha portato avanti la battaglia “più viaggi per tutti” non solo su VoloGratis.org ma anche su m2oradio, su Radio Capital e sulle pagine de L'Huffington Post. Ogni tanto lo trovi in radio, in tv e su giornali. Il 18 maggio 2017 è uscito il suo primo libro "Professione Travel Blogger" disponibile in tutte le principali librerie italiane, anche online. La seconda edizione è uscita a giugno 2019. Il 23 luglio 2020 è uscito il libro da lui curato dal titolo "In viaggio tra i borghi d'Italia".